Via Adolfo Albertazzi 25

00137 Roma

+39 06 87230358

24/7 Assistenza Tecnica

Orario Lun Ven

10.00 - 13.00 / 14.30 - 19.00

Home » Blog sulle microspie e telecamere spia » La Videosorveglianza del futuro – come Roma garantirà la sicurezza dei cittadini con il progetto Smart Police Support
Videosorveglianza Roma telecamere smart police support

La Videosorveglianza del futuro – come Roma garantirà la sicurezza dei cittadini con il progetto Smart Police Support

Videosorveglianza Roma: Immagina una Roma più sicura, una città dove la tecnologia avanzata lavora instancabilmente per proteggere i suoi cittadini e visitatori. Questo sarà presto una realtà grazie al progetto “Smart Police Support” (SPS), un’iniziativa innovativa destinata a trasformare la gestione della sicurezza urbana a Roma. Con il Giubileo del 2025 all’orizzonte, l’urgenza di implementare misure di sicurezza sofisticate non è mai stata così alta. Scopriamo come il progetto SPS e la sua sofisticata infrastruttura di videosorveglianza a Roma ridefiniranno il concetto di sicurezza urbana.

Il Contesto del Progetto SPS: Rivoluzione della Sicurezza Urbana a Roma

Il contesto del progetto SPS

Il progetto SPS rappresenta una pietra miliare nella gestione della sicurezza urbana a Roma. Creando un unico polo operativo per la Polizia Locale e la Protezione Civile, il progetto mira a migliorare l’efficacia delle operazioni di sicurezza e a gestire le emergenze con maggiore efficienza. Ma cosa rende il progetto SPS così rivoluzionario per la città di Roma?

Obiettivi del progetto

  1. Incrementare l’efficacia della gestione della sicurezza urbana a Roma: Integrare tecnologie avanzate per una risposta più rapida e accurata alle emergenze.
  2. Gestire grandi eventi a Roma: Assicurare il corretto svolgimento di eventi di massa, come il Giubileo del 2025, garantendo la sicurezza di milioni di visitatori a Roma.
  3. Protezione delle infrastrutture critiche a Roma: Implementare un’infrastruttura di cybersecurity per proteggere dati e comunicazioni del sistema SPS.

Caratteristiche del Sistema di Videosorveglianza Roma

Al cuore del progetto SPS c’è un sistema di videosorveglianza avanzato, progettato per offrire una copertura completa e dettagliata di tutta la città di Roma.

Telecamere fisse di tipo bullet

Le telecamere fisse di tipo bullet sono essenziali per la videosorveglianza continua di aree specifiche a Roma. Saranno installate in punti strategici per garantire un monitoraggio continuo e ad alta risoluzione. Ecco alcune delle caratteristiche tecniche che le rendono eccezionali:

  • Risoluzione alta: Sensori ad alta risoluzione per immagini dettagliate, essenziali per l’identificazione precisa di persone e oggetti.
  • Visione notturna: Tecnologia a infrarossi per una sorveglianza video efficace anche al buio, prevenendo attività criminali notturne.
  • Resistenza alle intemperie: Progettate per resistere a pioggia, neve e temperature estreme, garantendo una funzionalità ininterrotta.
  • Obiettivo a fuoco fisso: Copertura costante senza necessità di regolazioni, ideale per monitorare ingressi, parcheggi e strade a Roma.

Telecamere PTZ da esterno con copertura panoramica a 360°

Le telecamere PTZ offrono flessibilità e controllo superiori grazie alle loro capacità di movimento e zoom. Alcune delle loro specifiche tecniche includono:

  • Copertura a 360°: Rotazione completa per una visione panoramica, perfetta per monitorare ampie aree come piazze e parchi a Roma.
  • Zoom ottico 20x-30x: Potente zoom ottico che ingrandisce fino a 30 volte senza perdita di qualità, permettendo di vedere dettagli a grande distanza, come targhe di veicoli o caratteristiche facciali.
  • Movimento Pan-Tilt: Capacità di muoversi orizzontalmente e verticalmente, seguendo soggetti in movimento o cambiando rapidamente l’area di sorveglianza.
  • Preset e pattern di pattugliamento: Programmazione per percorsi di pattugliamento automatici, focalizzandosi su punti di interesse a intervalli regolari.
  • Comunicazione audio a due vie: Le telecamere di sorveglianza saranno equipaggiate con microfoni e altoparlanti integrati, permettendo agli operatori di trasmettere istruzioni vocali e ottenere risposte immediate.

Video Performance delle Telecamere PTZ: Zoom 12x, 20x e 30x in Azione

Scopri le straordinarie capacità delle telecamere PTZ nel nostro video dimostrativo dello zoom ottico 12x, 20x e 30x. Guarda come ciascun livello di zoom si comporta in vari ambienti, catturando dettagli finissimi con eccezionale chiarezza.

Funzionalità di Comunicazione Audio a Due Vie

Un aspetto innovativo del progetto SPS, menzionato nel documento di gara, è la richiesta di funzionalità per la comunicazione audio a due vie. Questa caratteristica consente una comunicazione bidirezionale tra gli operatori nella sala operativa e il personale sul campo. Ecco alcuni dettagli su questa funzionalità:

  • Comunicazione Diretta e Immediata: La comunicazione audio a due vie permette agli operatori di sala di parlare direttamente con gli agenti sul campo, facilitando una risposta rapida e coordinata alle situazioni di emergenza.
  • Integrazione con le Telecamere: Le telecamere di sorveglianza saranno dotate di microfoni e altoparlanti integrati, consentendo agli operatori di inviare istruzioni vocali e ricevere risposte in tempo reale.
  • Miglioramento della Sicurezza: Questa funzionalità aiuta a migliorare la sicurezza, permettendo agli agenti di ricevere supporto immediato durante interventi critici e di comunicare rapidamente eventuali necessità di assistenza.

Questa caratteristica tecnologica innovativa sottolinea l’impegno del progetto SPS nel migliorare non solo la sorveglianza visiva ma anche la capacità di comunicazione e coordinazione tra gli operatori e il personale sul campo, aumentando l’efficacia complessiva delle operazioni di sicurezza a Roma.

Numeri dei dispositivi

Il progetto prevede l’installazione di un numero significativo di telecamere a Roma per garantire una copertura completa della città:

  • 750 telecamere fisse di tipo bullet: Distribuite in punti strategici per il monitoraggio continuo a Roma.
  • 250 telecamere PTZ: Posizionate in aree chiave per la copertura panoramica e il monitoraggio visivo dettagliato a Roma.

Per esplorare ulteriormente le tecnologie di sorveglianza, incluse le termocamere, e capire come possano integrarsi con il nostro sistema di videosorveglianza a Roma, migliorando la sicurezza urbana, leggi il nostro articolo dettagliato su cosa si può fare con una termocamera.

Sensori e dispositivi IoT

Oltre alle telecamere, il progetto SPS integrerà anche un’ampia gamma di sensori e dispositivi IoT (Internet of Things) per migliorare ulteriormente la capacità di monitoraggio e analisi a Roma:

  • Sensori ambientali: Misurazione delle condizioni meteorologiche e della qualità dell’aria.
  • Sensori di traffico: Monitoraggio dell’intensità del traffico veicolare a Roma.
  • Sensori di sicurezza: Rilevazione di movimenti sospetti e suoni anomali.

Il numero totale di dispositivi IoT e sensori sarà inizialmente di circa 10.000, con la possibilità di espandere fino a 15.000 unità per coprire ulteriori necessità e migliorare la capacità di monitoraggio a Roma.

Installazione di antenne e sensori per la videosorveglianza a Roma

Le antenne e i sensori saranno installati in posizioni strategiche per massimizzare la copertura e l’efficacia del sistema di videosorveglianza a Roma. Ecco alcuni dettagli specifici sulle loro posizioni:

Videosorveglianza Roma – Aree di installazione delle antenne

  1. Tetti degli edifici pubblici: Le antenne saranno posizionate sui tetti di edifici governativi, scuole e ospedali a Roma per garantire una copertura ampia e senza ostacoli.
  2. Torri di telecomunicazione: Utilizzo delle torri esistenti a Roma per estendere la portata delle comunicazioni.
  3. Lampioni stradali: Integrazione delle antenne con l’infrastruttura di illuminazione pubblica a Roma per una copertura capillare.

Aree di installazione dei sensori

  1. Incroci trafficati a Roma: Sensori di traffico e telecamere PTZ saranno installati in incroci principali per monitorare il flusso veicolare e prevenire incidenti.
  2. Zone pedonali a Roma: Telecamere fisse e sensori di sicurezza saranno collocati in aree ad alta densità di pedoni per prevenire crimini e migliorare la sicurezza.
  3. Ingressi e uscite della città di Roma: Monitoraggio delle principali vie di accesso e uscita per identificare attività sospette e migliorare il controllo dei flussi di traffico.

Espandibilità del sistema di Videosorveglianza a Roma

Uno degli aspetti più cruciali del progetto SPS è la sua capacità di espandersi e adattarsi alle esigenze future. Il sistema è progettato con un’architettura modulare che permette di aggiungere facilmente nuovi dispositivi e sensori senza interrompere le operazioni esistenti. Questa flessibilità garantisce che Roma possa continuare a migliorare la sua sicurezza urbana in risposta a nuove sfide e minacce.

Il sistema di videosorveglianza romano è progettato per essere espandibile fino a 10.000 telecamere

Video Sorveglianza Roma con Riconoscimento facciale

Un aspetto innovativo del sistema di videosorveglianza del progetto SPS è l’inclusione del riconoscimento facciale a Roma. Questa tecnologia avanzata analizza i tratti del volto e li confronta con un database di volti noti, offrendo applicazioni cruciali come:

  • Identificazione di sospetti: Le telecamere dotate di riconoscimento facciale possono aiutare a identificare individui ricercati o sospettati di attività criminali.
  • Prevenzione delle frodi: Questa tecnologia può essere utilizzata per prevenire l’accesso non autorizzato a zone riservate o eventi sensibili.
  • Monitoraggio di persone scomparse: Il riconoscimento facciale può essere utilizzato per individuare persone scomparse in tempo reale, facilitando le operazioni di ricerca.

L’uso del riconoscimento facciale, tuttavia, solleva anche importanti questioni etiche e legali riguardanti la privacy e la protezione dei dati personali. Pertanto, l’implementazione di questa tecnologia sarà soggetta a rigorosi controlli e normative per garantire il rispetto dei diritti dei cittadini. ( Leggi anche il nostro articolo Riconoscimento Facciale. Il Garante Pone un Limite all’Uso)

Le caratteristiche tecniche avanzate delle telecamere di sorveglianza previste dal progetto SPS, insieme all’uso del riconoscimento facciale, rappresentano un passo avanti significativo nella gestione della sicurezza pubblica a Roma. Queste tecnologie, integrate in un sistema di videosorveglianza intelligente, miglioreranno la capacità della Polizia Locale e della Protezione Civile di prevenire e rispondere rapidamente agli incidenti, garantendo un ambiente più sicuro per tutti i cittadini.

Integrazione e interoperabilità

Il progetto SPS non si limita alla videosorveglianza. La vera forza risiede nella sua capacità di integrare diverse tecnologie e sistemi di comunicazione in un’unica piattaforma centralizzata a Roma.

Videosorveglianza Roam con Sistema di gestione degli interventi (SGI)

Il Sistema di Gestione degli Interventi (SGI) sarà il cuore operativo del sistema SPS, archiviando tutte le informazioni operative e permettendo una visualizzazione cartografica in tempo reale delle attività e delle risorse a Roma.

Interfacce mobili

Gli agenti sul campo a Roma utilizzeranno dispositivi mobili come smartphone e tablet dotati di applicazioni specifiche (SPPS – Smart Police Patrol Support). Questi dispositivi permetteranno di ricevere e inviare informazioni in tempo reale, accedere ai flussi video e comunicare con la centrale operativa, garantendo una risposta rapida e coordinata.

Cybersecurity e protezione dei dati

La sicurezza dei dati e delle comunicazioni è fondamentale. Il progetto SPS include un’infrastruttura di cybersecurity avanzata per proteggere tutte le componenti del sistema a Roma.

Firewall di nuova generazione

Saranno installati firewall avanzati per proteggere le sale CED e le periferiche di videosorveglianza a Roma. Questi firewall offriranno funzionalità di analisi del traffico, protezione da attacchi DDoS e filtraggio URL, garantendo una sicurezza completa.

Centro operativo di cybersecurity (C-SOC) Roma

Il Centro Operativo di Cybersecurity (C-SOC) monitorerà continuamente le minacce, utilizzando algoritmi di Data Analytics e Machine Learning per una risposta rapida ed efficace agli incidenti di sicurezza a Roma.

Formazione e gestione operativa

Il successo del progetto SPS dipenderà anche dalla formazione degli operatori e dalla gestione operativa del sistema a Roma. Una fase iniziale di affiancamento sarà seguita da una fase esecutiva che include il deploy delle componenti, l’integrazione con i sistemi esistenti e il collaudo.

Videosorveglianza Roma Conclusione

Il progetto Smart Police Support (SPS) rappresenta un cambiamento epocale nella gestione della sicurezza pubblica a Roma. Grazie a un sistema avanzato di videosorveglianza, telecamere con zoom ottico fino a 30x e tecnologie di riconoscimento facciale, la città di Roma sarà più sicura che mai. Con il Giubileo del 2025 in arrivo, queste misure garantiranno che Roma possa accogliere milioni di visitatori in un ambiente protetto e sicuro. Roma si prepara a diventare un esempio di sicurezza urbana all’avanguardia, un modello che altre città potranno seguire per proteggere i propri cittadini.

Bibliografia

  1. “Procedura aperta di gara per la realizzazione di un unico polo operativo ‘Smart Police Support’ (SPS) in uso alla Polizia Locale e alla Protezione Civile di Roma Capitale per la gestione della sicurezza pubblica, delle emergenze e dei grandi eventi (Giubileo 2025),” Capitolato Tecnico, disponibile su TuttoGare – Roma Capitale​ (Gare Roma)​.
Carrello
Torna in alto
Open chat
1
Contattaci in tempo reale
Ciao contattaci subito su WhatsApp al +39 333 95.30.864 ti risponderemo in tempo reale.